Verniciatura del legno: in che modo eseguirla correttamente

La verniciatura del legno è necessaria per proteggere questo materiale dall’umidità, dall’attacco degli agenti atmosferici, in particolare dalla pioggia e dai raggi UV, e dall’insidia dei parassiti. Tale protezione è ancor più necessaria se il legno da verniciare è collocato all’esterno delle case. Il procedimento di verniciatura è costituito da un ciclo di lavorazioni con cui si trasferiscono al substrato di questo, vari e differenti prodotti chimici vernicianti.

La funzione di tale pellicola è insieme protettiva e decorativa. Infatti essa non solo protegge l’oggetto dalle ingiurie di agenti atmosferici e chimici, ma gli conferisce anche un aspetto estetico gradevole. Per ottenere questi risultati, un imbianchino Milano non effettua una sola lavorazione ma bensì un ciclo di trattamenti con prodotti vernicianti differenti. Tutto ciò perché non è possibile, con una sola mano di un singolo prodotto verniciante, conferire al substrato tutte le caratteristiche che gli vengono richieste.

 

Come verniciare il legno

Fase preparatoria

Prima di verniciare il legno è necessario prepararlo. Per prima cosa occorre stuccarlo nel caso in cui siano presenti delle crepe o scheggiature. E’ possibile procedere con una spatola e una pasta o stucco adatti per il legno, in modo tale da coprire tutti i pori e le imperfezioni. Una volta asciutta la superficie, è necessario carteggiare il legno con carta abrasiva che va passata seguendo le venature del materiale. Adesso bisogna pulire il legno con un compressore o una pistola ad aria compressa. Dopo aver rimosso la polvere, è necessario ultimare la pulizia del materiale passando sulla superficie in legno uno straccio imbevuto di acqua ragia.

 

Verniciatura

Dopo aver compiuto i vari passaggi di pulizia del legno, si può passare alla fase di verniciatura. E’ possibile scegliere tra una vernice a pori aperti (è indicata quando si vogliono conservare le naturali venature) o a pori chiusi (copre completamente nodi e venature del legno per cui non è consigliata per il legno massello), oppure ad acqua che è meno tossica ma dura meno per legno da esterno. Se si opta per la verniciatura a pori chiusi ad esempio, sarà necessario adoperare un impregnante, che protegge perfettamente il legno senza otturarne i pori, quindi lasciandolo respirare. E’ possibile passare l’impregnante grazie all’aiuto di un pennello piatto. Per fare in modo che la verniciatura avvenga nel migliore dei modi, è necessario ripeterla dopo un giorno, oppure non appena la vernice si sarà asciugata. Bisogna fare attenzione ad asciugare bene il materiale, in modo tale che le polveri non si depositino sulla vernice rovinando il lavoro.

Add a Comment