Notifiche smartphone: peggiorano il nostro umore e causano stress

La tecnologia fa sempre più parte delle nostre vite e la diffusione capillare degli smartphone ne è una chiara testimonianza. Ormai sono oggetti più che familiari, di quelle cose come gli occhiali da vista, di cui non possiamo più fare a meno, di quelli che è impensabile dimenticare a casa per un giorno intero.  Se da un lato questi strumenti hanno migliorato e di molto parecchi versanti della nostra vita, al tempo stesso ne stanno distruggendo un altro, a colpi di notifiche. Le notifiche che arrivano puntualmente ogni giorno sullo smartphone rischiano di mettere a repentaglio serenità e benessere, condizionando pesantemente l’umore e avendo effetti negativi sulla qualità della vita.

 

La ricerca della Nottingham Trent University

Lo afferma uno studio di un gruppo di ricercatori della Nottingham Trent University e pubblicata sulla rivista Ieee Access che, pur ristretto, è significativo perché è andato in profondità. Ha infatti approfondito l’effetto sull’umore di 50 partecipanti che hanno incassato migliaia di notifiche sui propri dispositivi nell’arco di un periodo di cinque settimane. Nel complesso, più di mezzo milione di avvisi. Il risultato che ne è uscito racconta che il 32% di questi messaggi ha prodotto pessime reazioni ed emozioni, spingendo gli utenti a dimostrarsi ostili, nervosi, scontrosi, spaventati o provare vergogna. Sono proprio i messaggi inerenti la sfera lavorativa a rendere meno sereni e positivi, così come le notifiche strettamente tecniche che riguardano gli aggiornamenti del device mobile e la rete WiFi.

 

Una dipendenza

A venire intaccato dal sistema delle notifiche, che non a caso è stato implementato da tutte le piattaforme grazie anche alla collaborazione di neuro scienziati, è la produzione di dopamina, una sostanza che è legata al piacere, ma anche al bisogno. Ogni qualvolta riceviamo una notifica, nel nostro cervello è come se si accendesse di colpo un bisogno impellente, quello di cliccare, di sapere, di conoscere, di essere in contatto, sfogare un istinto di curiosità indotto proprio dalle notifiche, una sorta di reazione pavloviana creata ad arte che però ha degli effetti molto pesanti sulla nostra vita. Le notifiche dunque, causano una vera a propria dipendenza, un aumento vertiginoso dello stress, un drammatico abbassamento della capacità di concentrarci, soprattutto dovuto al fatto che le notifiche interrompono continuamente il nostro ciclo dell’attenzione.

 

La soluzione?

La soluzione è molto semplice: smettere di ricevere notifiche e quindi disabilitarle tutte. Chi l’ha fatto ha ottenuto dei risultati incredibili ma ha anche ammesso di aver affrontato un periodo di astinenza che ricorda molto da vicino le crisi di astinenza di chi smette di bere, di drogarsi o di fumare.

Add a Comment